Trattativa Telefonica: consigli per sfruttarla nel Recupero Crediti

Trattativa Telefonica - copertina verde

Trattativa Telefonica: Introduzione

La trattativa telefonica è uno degli strumenti più utilizzati per recuperare un credito in fase stragiudiziale.

Non sempre è possibile fissare un incontro personale con il debitore per definire il contenzioso.

Anzi in certi casi è preferibile mantenere una certa distanza con la controparte per evitare di farsi coinvolgere emotivamente durante la discussione.

Avviare una trattativa telefonica è sempre un buon metodo per verificare se il debitore è disponibile ad effettuare il pagamento senza l’instaurazione di una causa giudiziale.

Tuttavia non è sempre facile gestire in modo efficace una trattativa.

Ci sono molte insidie e parecchi ostacoli da superare.

In questo articolo voglio fornirti una guida pratica che ti aiuti a condurre in modo corretto la trattativa telefonica verso l’obiettivo prefissato.

Ma prima di proseguire voglio fornirti alcune definizioni preliminari.

Trattativa Telefonica Stragiudiziale: definizione

Una trattativa stragiudiziale è un accordo tra due o più parti coinvolte in una controversia legale prima dell’avvio di una causa giudiziaria.

In particolare, dal punto di vista giuridico, la trattativa è il complesso delle attività preliminari finalizzate al raggiungimento di un accordo.

Durante la trattativa stragiudiziale le parti cercano di definire la controversia attraverso la formulazione di una proposta, ovvero un atto di impulso da parte del proponente.

Nella gestione dei crediti, la proposta può essere formulata dal debitore e può contenere un’offerta di pagamento (o promessa di pagamento) di una determinata somma entro una specifica data.

Per la definizione della trattativa, la proposta deve essere seguita da un’accettazione della controparte.

Di solito nell’ambito del recupero crediti l’accettazione della proposta viene effettuata dal creditore, attraverso una comunicazione scritta che si esprime sulla proposta formulata dal debitore.

Sfruttare il telefono per contattare la controparte durante una trattativa stragiudiziale è utile poiché consente una comunicazione immediata e diretta.

In questo modo la negoziazione sarà più semplice e consentirà alle parti di esprimere i propri punti senza la necessità di un incontro fisico.

Grazie alla rapidità della comunicazione telefonica, è possibile raggiungere intese più velocemente e evitare errori di interpretazione che potrebbero emergere tramite altri mezzi di comunicazione.


Trattativa Telefonica: consigli per recuperare un credito

Trattativa Telefonica - consigli per recuperare un credito

La trattativa telefonica si configura come uno strumento prezioso nella gestione dei crediti insoluti.

Attraverso questa modalità di contatto è possibile instaurare un dialogo diretto con il debitore concordando modalità di pagamento e soluzioni personalizzate.

La gestione accurata della trattativa telefonica è indispensabile per garantire il successo dell’attività di recupero e tutelare gli interessi economici della tua azienda.

Se devi recuperare un credito insoluto, prima di chiamare il debitore, voglio fornirti alcuni consigli e suggerimenti legali.

1) Identifica il Debitore

Prima di contattare telefonicamente il debitore cerca di identificarlo in modo corretto.

Se sei il creditore sarà facile identificare il debitore: avrai già un suo recapito telefonico o lo avrai già incontrato di persona.

Una trattativa telefonica efficace per il recupero di un credito dipende in gran parte dalle informazioni accurate e dettagliate sul debitore.

Dove abita, quanti anni ha, dove lavora (se lavora), perché non ha effettuato il pagamento, quanti soldi deve corrispondere, quanto ha già versato, se vi sono contestazioni sul prezzo o sulla fornitura del bene.

Tutte queste informazioni ti aiuteranno a delineare un quadro completo della vicenda e ti permetteranno di comprendere i motivi del mancato pagamento.

Se è sorta una contestazione sul bene acquistato o sulla fornitura, occorre essere preparati per replicare in modo tempestivo alle eventuali eccezioni del debitore.

Le informazioni sulla situazione lavorativa, familiare e patrimoniale del debitore sono altrettanto importanti per valutare la sua capacità di onorare l’impegno finanziario.

Senza queste informazioni preziose, rischi di intraprendere una trattativa telefonica inefficace che potrebbe portare a un fallimento nel recupero del credito.

È dunque indispensabile investire tempo ed energie nella raccolta di dati accurati prima di avviare la trattativa con il debitore.

Se sei già informato partirai con una marcia in più e potrai gestire in modo più consapevole la trattativa telefonica.

2) Rispetta la privacy del Debitore

Uno degli errori più comuni che si commettono in fase di trattativa stragiudiziale è quello di comunicare a soggetti diversi dal debitore il motivo della telefonata.

Se parli con un parente del debitore devi assolutamente evitare di comunicargli che stai chiamando per sollecitare il pagamento di un debito.

Infatti parlare del debito con una persona diversa del debitore può farti commettere un illecito civile.

Divulgare a terzi che il sig. Rossi è debitore di te o del tuo cliente può causare la violazione del codice della privacy e ti espone ad una responsabilità civile.

La Giurisprudenza ha affrontato molte volte questo tema cambiando spesso orientamento.

Ad esempio nel corso di un’assemblea condominiale se affermi che un condomino è moroso potresti anche essere considerato colpevole del reato di diffamazione (di recente però l’orientamento della Cassazione è mutato: se vuoi approfondire l’argomento clicca qui).

Se non riesci a parlare direttamente con il debitore il mio suggerimento è quello di evitare di comunicare il motivo della telefonata.

Qualificati con il tuo nome e cognome (se hai un titolo professionale o comunicalo pure), lascia un tuo recapito e chiedi di essere chiamato per comunicazioni urgenti.

Se il tuo interlocutore è curioso e chiede maggiori approfondimenti dovrai dire che non sei autorizzato a rilasciare ulteriori informazioni, ma comunicherai il motivo della telefonata al diretto interessato.

Presta molta attenzione: alcune persone registrano le telefonate con il proprio smartphone.

Evita di commettere errori che si ritorceranno contro di te.

3) Durante la telefonata mostrati cordiale ma deciso 

Non appena ti sarai presentato in modo corretto cerca di essere disponibile con la tua controparte.

Se mostri una certa empatia iniziale potresti indirizzare la trattativa verso il tuo obiettivo.

Cerca di essere professionale e non aggredire il tuo interlocutore; ascoltalo e lascialo parlare.

Però non mostrarti troppo disponibile, il debitore deve accorgersi di avere di fronte un professionista cortese ma deciso.

Non cedere alle sue provocazioni e ai suoi possibili insulti.

Ricorda che se ti fai trascinare nella rissa verbale la trattativa potrebbe essere compromessa.

Cerca di far rilassare la controparte e invitalo a trovare una soluzione.

Ricorda al debitore che stai telefonando per trovare una soluzione ragionevole per entrambi.

Tu recuperi un credito, lui salda un debito ed evita una seccatura.

4) Cerca di strappare una Promessa di Pagamento 

Se hai gestito la trattativa in modo corretto e se il debitore ha compreso che è meglio estinguere il suo debito, devi cercare di strappargli una promessa di pagamento.

Invitalo a formulare una proposta di pagamento.

Ricorda al debitore che in questo modo potrebbe uscire da una situazione difficile.

Una promessa di pagamento costituisce una buona base per proseguire la trattativa.

Non illuderti però, le chiacchiere sono inutili se non vengono seguite dai fatti.

Tuttavia se il debitore ha promesso il pagamento di una cifra, possono esserci buoni margini per chiudere il contenzioso ed incassare il tuo credito.

Strappare una promessa di pagamento durante la trattativa telefonica non solo conferma l’intenzione del debitore a saldare il debito, ma crea anche un legame più forte tra le parti coinvolte.

Inoltre, la proposta del debitore permette di fissare chiaramente i termini e le modalità di pagamento, evitando incertezze o fraintendimenti futuri.

5) Fissa un nuovo appuntamento

Se il debitore non ha ancora promesso un pagamento, ma ti accorgi che è favorevole ad estinguere il debito ti conviene interrompere quella telefonata e fissare un nuovo appuntamento.

A volte rinviare la discussione di qualche giorno può sbloccare la trattativa verso il risultato sperato.

Il debitore potrà meditare sulla situazione critica e potrà organizzarsi per trovare la liquidità necessaria per formulare un’offerta transattiva.

Questa tecnica non offre garanzie di successo, ma è un modo per rinviare la decisione finale a un momento successivo.

Ti conviene fissare un nuovo appuntamento telefonico anche quando il debitore rifiuta ogni pagamento.

Molte persone reagiscono in modo impulsivo al primo contatto, ma successivamente possono mostrarsi più favorevoli a una transazione.

Se fissi un nuovo appuntamento il debitore avrà più tempo di pensare, e magari sarà più disponibile a trovare una soluzione.


Conclusione

La trattativa telefonica riveste  un’importanza cruciale all’interno del processo di recupero crediti.

È fondamentale che ogni conversazione telefonica segua regole ben precise al fine di massimizzare le possibilità di successo dell’attività.

La comunicazione efficace, la cortesia e la professionalità sono elementi essenziali da tenere in considerazione durante una trattativa telefonica.

Solo rispettando determinate regole si potrà ottenere la fiducia del debitore, al fine di individuare soluzioni condivise e raggiungere l’obiettivo prefissato nel minor tempo possibile.

Trattativa Telefonica - come recuperare un credito - lista consigli


Consulenza Legale

Se hai bisogno di un chiarimento

Freccia


© riproduzione riservata

Tino Crisafulli

Avvocato • Legal Advisor • Founder di Recupero Legale

Consulenze legali per il business | Crediti • Immobiliare • Contratti • Privacy • Tech

Seguimi su LinkedIn

Iscriviti al nostro Canale YouTube