La Negoziazione per gestire i crediti

La negoziazione è un processo di comunicazione interpersonale che si rende necessario quando una parte non può raggiungere i propri obiettivi unilateralmente.

In questo caso, il tuo obiettivo è chiaramente ottenere il pagamento da un debitore.

Tuttavia, questo obiettivo non può essere raggiunto in modo unilaterale e dovrai ricorrere a una trattativa con l’altra parte prima di considerare eventuali azioni legali.

La Negoziazione: definizione

Nelle attività di recupero, la negoziazione è un processo fondamentale in cui il creditore e il debitore si accordano sul pagamento dell’obbligazione contrattuale.

Tuttavia, è importante chiarire alcuni aspetti riguardanti questa frase.

In primo luogo, la negoziazione è essenziale per raggiungere rapidamente gli obiettivi di incasso desiderati.

Svolgere una negoziazione efficace può evitare procedimenti legali controversi.

Durante la negoziazione, il tuo principale obiettivo deve essere quello di raggiungere un accordo con l’altra parte coinvolta.

Nella maggior parte delle trattative, questo è il più grande ostacolo da superare.

Il creditore può diventare molto rigido sulle sue richieste per cercare di ottenere il pagamento, senza considerare che in caso di rifiuto dell’altra parte, l’obiettivo non può essere raggiunto se non attraverso una causa legale.

In qualità di avvocato ti posso garantire che spesso la via legale è un fallimento anche per il creditore.

Il nostro studio legale si focalizza su uno dei concetti più importanti nel mondo del business: l’obbligazione contrattuale.

Contratti e Crediti Insoluti

Quando parliamo di obbligazione contrattuale, non ci riferiamo solo ai contratti stipulati per iscritto, ma anche a tutte quelle transazioni in cui è dimostrato che esisteva l’accordo tra le parti.

In generale è preferibile avere un contratto scritto per delineare i dettagli legali del rapporto di collaborazione.

In passato, abbiamo gestito con successo casi di recupero crediti anche senza un contratto formale, purché si possa dimostrare l’esistenza del debito e del rapporto contrattuale.

L’importanza della Negoziazione

È importante ricordare che la negoziazione è uno strumento utile per risolvere in modo amichevole le dispute, e quindi il creditore deve avere l’intenzione di giungere a una transazione.

Questo concetto è fondamentale e dovrebbe sempre essere tenuto a mente quando si avvia una negoziazione con il debitore.

Inoltre, attraverso la negoziazione è possibile evitare l’avvio di una causa legale, il che porta a ulteriori costi di recupero.

La negoziazione è quindi uno strumento prezioso per evitare costi aggiuntivi.

La Comunicazione: definizione ed elementi

La comunicazione è fondamentale durante il processo di recupero stragiudiziale.

Per gestire con successo le trattative con il debitore, è importante padroneggiare le regole di una buona comunicazione durante la negoziazione telefonica.

Con una comunicazione efficace, puoi ottenere risultati migliori nel tuo processo di recupero.

Uno dei principali limiti della negoziazione è dire cose che non corrispondono al nostro stato mentale o alle nostre intenzioni.

È importante coordinare la nostra comunicazione verbale e paraverbale per essere efficaci nella negoziazione.

Ma prima di entrare nei dettagli delle fasi della negoziazione, dobbiamo imparare le regole fondamentali da seguire per avviare una comunicazione efficace.

La Comunicazione Efficace

Quando possiamo considerare una comunicazione efficace?

Una comunicazione efficace implica un dialogo costruttivo con il debitore.

L’obiettivo della negoziazione, naturalmente, è ottenere il pagamento del debito.

Tuttavia, non dimenticare mai che questo è il tuo obiettivo finale anche quando lavori per un’agenzia di recupero crediti e cerchi di instaurare un rapporto empatico con i debitori.

È importante ricordare al debitore che il pagamento è l’unica soluzione per liberarsi dal problema.

Pertanto, devi concentrarti sulla risoluzione del problema.

Il mancato pagamento rappresenta un problema sia per il debitore che per il creditore, quindi è cruciale focalizzarsi su questo aspetto durante la comunicazione.

Comunicare in modo efficace con il debitore è fondamentale per raggiungere i tuoi obiettivi.

Ciò include non solo le comunicazioni verbali e telefoniche, ma anche quelle via email.

Mantenere un tono calmo e collaborativo è essenziale per raggiungere una transazione con il debitore.

Ricorda che all’inizio potrebbe vederti come un nemico, ma la chiave è far capire che avete un obiettivo comune e che risolvere il tuo problema è anche vantaggioso per lui.

Concentrandoti su questa prospettiva, il debitore vedrà la tua attività di recupero crediti come una risorsa che può aiutarlo a liberarsi da un problema.

È possibile che il debitore al momento non abbia i mezzi necessari per pagare.

Per essere efficaci nella comunicazione, devi concentrarti su tre aggettivi e caratteristiche: deve essere chiara, sintetica e completa.

La Comunicazione “chiara”

Per una comunicazione chiara, è importante seguire alcune regole chiave.

Una di queste è l’utilizzo di un linguaggio semplice e comprensibile, noto come Plain Language, quando si comunica con un debitore.

L’uso di termini troppo tecnici o giuridici potrebbe causare confusione o frustrazione al destinatario e impedire il raggiungimento del tuo obiettivo.

Quando si affrontano discussioni iniziali con un’altra parte, è importante utilizzare linguaggio semplice e non complicato, soprattutto quando si tratta di questioni legali o tecniche.

Per questo motivo, ti consiglio di comunicare direttamente il problema del mancato pagamento senza usare frasi aggressive che potrebbero infastidire il debitore.

In questa fase, è meglio mantenere una certa riservatezza senza rivelare troppi dettagli.

Parlando chiaramente in modo comprensibile a tutti, puoi evitare fraintendimenti e utilizzare parole semplici anziché termini troppo complicati.

Quando si tratta di recuperare crediti, è importante parlare in modo chiaro e semplice per evitare confusione con i debitori.

Non c’è bisogno di utilizzare termini sofisticati o complicati.

Elenca semplicemente il problema e comunica chiaramente lo scopo della chiamata e gli obiettivi che si vogliono raggiungere, mantenendo sempre un tono professionale e rispettoso.

La Comunicazione “sintetica”

La comunicazione sintetica è un aspetto che spesso viene dato per scontato, ma in realtà richiede un approccio preciso e diretto.

Secondo le statistiche, una comunicazione breve e sintetica funziona meglio quando si conclude entro i 5-9 minuti.

Dalla mia esperienza personale, posso confermare che ogni presentazione che supera i 5 minuti perde gradualmente efficacia, raggiungendo la completa inefficacia dopo i 9 minuti.

Per questo motivo, se devi esporre un problema, cerca di essere conciso e di presentarlo entro i primi 5 minuti per massimizzare l’impatto della tua comunicazione.

Quando presenti il problema dei debiti arretrati, è importante non andare troppo veloce.

Devi prenderti il tempo necessario per spiegare la situazione, ma senza essere troppo prolisso.

Evita di dilungarti troppo nei dettagli, altrimenti potresti perdere l’attenzione del debitore.

Ricorda sempre di mantenere alta l’attenzione del tuo interlocutore per evitare che si annoi e ciò possa ostacolare il raggiungimento dell’obiettivo finale: risolvere il problema dei mancati pagamenti.

Una comunicazione chiara e concisa favorirà notevolmente la conclusione di una trattativa con successo.

Un consiglio importante: essere sintetici nella comunicazione non significa saltare le spiegazioni.

Invece, fai parlare a lungo il debitore dopo la tua prima presentazione, entro i primi 5 minuti.

Se hai molte informazioni sulla controparte, avrai più potere durante la trattativa.

Prendi nota di tutto ciò che sai e vedrai come sarà più facile negoziare per il recupero dei tuoi crediti.

La Comunicazione “completa”

Una comunicazione completa è fondamentale per gestire una situazione di debito.

Non assumere mai che il tuo interlocutore sappia già del mancato pagamento, soprattutto se stai trattando con grandi aziende con numerosi dipendenti e diversi settori.

Assicurati di fornire al debitore tutte le informazioni necessarie per comprendere appieno la situazione debitoria.

Questo è particolarmente importante quando si tratta di grandi società o PMI italiane con un numero significativo di dipendenti.

Comunicare in modo completo ed efficace aiuterà a risolvere la situazione in modo rapido e positivo per entrambe le parti.

Comunicare in modo efficace con la parte debitrice è fondamentale per avere canali privilegiati e negoziare in modo più efficiente e veloce.

Durante la presentazione iniziale, le informazioni più importanti da fornire alla controparte includono il contratto dal quale derivano i crediti.

Inoltre, è essenziale che il debitore sia consapevole delle origini del debito, dell’importo insoluto e della data di scadenza dell’obbligazione.

Con una comunicazione precisa e completa, la tua pretesa sarà vista come legittima dalla controparte.

Negoziazione: le parole da utilizzare

Quando si tratta di negoziare con un cliente o un debitore, le parole che scegli di usare possono fare la differenza nella tua comunicazione.

Alcune parole sono più efficaci di altre e possono influire sull’atteggiamento e le reazioni della persona con cui stai trattando.

Ad esempio, parlare di “insolvenza” o “debito”, invece di “piccoli problemi”, può avere un impatto diverso sul tuo interlocutore.

Quindi, è importante essere consapevoli delle parole che si utilizzano durante la trattativa e come usare il loro potere evocativo a tuo vantaggio per raggiungere gli obiettivi desiderati.

Quando si comunica con un debitore, è importante mantenere il focus sullo scopo principale: recuperare il credito.

Questo potrebbe sembrare ovvio per gli imprenditori individuali, ma può essere un buon promemoria anche per coloro che lavorano in società specializzate nel recupero crediti e cercano di instaurare un clima di fiducia con i debitori.

Durante la conversazione, è facile dimenticare l’obiettivo principale, quindi assicurati di rimanere concentrato e di esprimere ogni frase orientata verso il recupero del credito.

Quando si tratta di negoziare per il recupero delle tasse, è importante pianificare ogni dettaglio e evitare la spontaneità.

Le emozioni possono essere un ostacolo durante una trattativa, quindi è meglio organizzare ogni fase del contatto con il debitore per raggiungere il tuo obiettivo finale.

Non improvvisare e non lasciarti guidare dai pensieri del momento, ma segui una strategia ben definita che ti aiuterà a raggiungere il tuo obiettivo.

Segui alcune regole per orientare la comunicazione verso piccoli obiettivi intermedi che, alla fine, porteranno al tuo obiettivo finale: ottenere il pagamento dei tuoi crediti insoluti.

Negoziazione: consigli per comunicare in modo efficace

Ecco tre consigli utili per comunicare in modo efficace con un debitore.

Prima di tutto, è importante ascoltare attentamente ciò che l’altra persona ha da dire.

Ciò ti permetterà di raccogliere informazioni importanti da utilizzare durante le trattative per il recupero del debito.

Inoltre, è essenziale adattare la tua comunicazione in base alla persona che hai di fronte.

Un imprenditore polemico può essere gestito in modo diverso rispetto a una persona che riconosce di avere un debito e chiede del tempo per pagarlo.

Infine, scegliere il tono giusto è fondamentale.

Le parole possono non essere efficaci se non sono accompagnate dal tono appropriato.

Ad esempio, anche se dici “stai calmo”, ma sei agitato, le tue parole potrebbero non avere alcun effetto sulla persona con cui stai parlando.

Quando si tratta di negoziare il recupero di un pagamento, è essenziale scegliere le parole giuste.

Devono essere mirate e decise per ottenere risultati positivi.

Se desideri che il tuo debitore paghi ciò che deve, devi utilizzare le parole giuste per mostrare loro la serietà della situazione e l’importanza di saldare il debito.

Evita l’utilizzo di un linguaggio troppo tecnico o giuridico che potrebbe confondere il debitore.

L’ascolto durante la trattativa

L’ascolto è essenziale quando si tratta di recupero crediti.

Raccogliere informazioni accurate dalla controparte può essere molto utile per il successo della tua attività.

Ti consigliamo quindi di prendere appunti durante le conversazioni con i debitori, in modo da poter scoprire eventuali bugie che potrebbero essere raccontate sotto pressione.

Spesso, quando viene messo sotto pressione, il debitore può dire cose false o contraddittorie.

Prendere nota delle loro risposte ti aiuterà a smascherare queste bugie e ad avere una negoziazione più efficace.

Controllo delle emozioni

Ricorda sempre di rimanere calmo e organizzato durante la trattativa, prendendo nota dei dettagli importanti su un foglio o sul tuo computer.

Questa abitudine ti aiuterà a gestire meglio la negoziazione e ti farà ottenere risultati positivi per la tua azienda.

Quando si affrontano le negoziazioni, è importante adattare la propria comunicazione al tipo di persona con cui si sta trattando.

Se il tuo interlocutore è aggressivo, cerca di mantenere la calma e non farti intimidire dalle sue parole.

Al contrario, se l’altra parte chiede di coinvolgere un avvocato nella trattativa, non preoccuparti troppo poiché è una situazione comune quando si tratta di creditori molto aggressivi.

Tieni presente che questo potrebbe complicare leggermente la negoziazione ma non devi lasciarlo diventare un fattore determinante.

Con una comunicazione calma e sicura, sarai in grado di gestire ogni situazione con successo.

Supporto legale nella Negoziazione

Se hai difficoltà a gestire una trattativa difficile e non riesci a raggiungere un accordo, potresti coinvolgere un avvocato.

Non è saggio perdere la calma o la lucidità in questo tipo di situazione.

Lascia che un professionista affronti il problema per te.

Se l’altra parte diventa troppo aggressiva o non mostra alcuna volontà di risolvere la questione, è meglio interrompere le trattative e rivolgersi a un avvocato specializzato in diritto del recupero crediti.

Sarà in grado di gestire la situazione nel modo migliore per te.


Conclusione

Scegli parole semplici e facili da capire per essere sicuro che il tuo messaggio sia trasmesso correttamente.

Quando si tratta di trattare con i debitori, è importante essere professionali e rispettosi.

Anche se la controparte può mostrarsi ostile o aggressiva, bisogna mantenere la calma per non farsi coinvolgere emotivamente.

Ricorda che il tuo obiettivo principale è ottenere il pagamento del debito e un approccio adeguato può farti raggiungere risultati positivi.

Negoziazione - 3 consigli per comunicare in modo efficace


Consulenza Legale

Se hai bisogno di un chiarimento

Freccia


© riproduzione riservata

Tino Crisafulli

Avvocato • Legal Advisor • Founder di Recupero Legale

Consulenze legali per il business | Crediti • Immobiliare • Contratti • Privacy • Tech

Seguimi su LinkedIn

Iscriviti al nostro Canale YouTube

Il nostro libro sul recupero crediti: prossima uscita

Dopo un lungo lavoro finalmente tra qualche giorno uscirà il nostro libro sul recupero crediti.

Non credevo che pubblicare un libro fosse un’attività così impegnativa e dispendiosa.

La difficoltà principale è stata quella di adattare la comunicazione ad un pubblico NON tecnico.

Per noi è avvocati è più facile scrivere un atto processuale, utilizzando brocardi latini e periodi pieni di subordinate.

Scrivere in modo SEMPLICE e farsi capire da TUTTI è molto, ma molto più difficile.

Si perché questo è un manuale dedicato a tutti gli IMPRENDITORI, scritto per gli IMPRENDITORI.

In questo video ti spiego cosa troverai dentro il libro.

Devi sapere che abbiamo creato un capitolo molto ORIGINALE…

#recuperolegale #recuperocrediti #guidapraticaalrecuperocrediti


Vuoi leggere un estratto gratuito del nostro libro?

frecce rosse

CLICCA QUI


© riproduzione riservata

Tino Crisafulli ➜ avvocato e Founder di RecuperoLegale.it

Consulenze per il tuo business • Recupero crediti • Contratti • GDPR

Contattami su Linkedin

Il pignoramento di un immobile affittato

Uno dei casi più delicati che abbiamo gestito nel nostro studio legale è stato quello di un pignoramento di un immobile affittato.

Ci sono alcune cose da sapere prima di procedere con l’esecuzione forzata.

Il contratto di locazione stipulato tra il proprietario dell’immobile ed il conduttore è uno strumento fondamentale per analizzare preliminarmente l’esito della procedura.

Scopri insieme a noi i passi da seguire e gli errori da evitare per affrontare al meglio questa situazione delicata.

Leggi l’articolo per saperne di più.

Definizione del pignoramento immobiliare

Il pignoramento immobiliare è una procedura legale che consente a un creditore di ottenere il pagamento di un debito attraverso la vendita coattiva di un immobile di proprietà del debitore.

Questa azione viene intrapresa quando il debitore non riesce a saldare i propri debiti e il creditore decide di agire legalmente per recuperare quanto gli spetta.

Nel caso specifico degli immobili locati, la situazione si complica leggermente poiché l’immobile è già affittato a terzi.

Diritti dei conduttori

In questo contesto, è fondamentale capire come gestire al meglio il pignoramento senza violare i diritti dei conduttori, garantendo loro stabilità abitativa nel rispetto della legge.

È importante ricordare che il pignoramento può essere effettuato solo previa autorizzazione del giudice competente e deve seguire precise regole procedurali per tutelare tutte le parti coinvolte.

La trasparenza e la correttezza sono essenziali in ogni fase del processo per evitare controversie future.

Come procedere con un immobile affittato

Quando si tratta di pignorare un immobile affittato, è importante seguire una procedura specifica per garantire che tutti i diritti del locatario vengano rispettati.

Prima di tutto, è fondamentale informare il locatario dell’avvio della procedura di pignoramento e delle conseguenze che potrebbe comportare.

Successivamente, occorre notificare ufficialmente al locatore la situazione e offrire la possibilità di trovare una soluzione alternativa prima di procedere con l’esecuzione del pignoramento.

Comunicazione e supporto legale

Inoltre, durante il processo di pignoramento è essenziale mantenere una comunicazione trasparente con tutte le parti interessate, compresi eventuali creditori ipotecari o altri terzi coinvolti nell’affitto dell’immobile.

Collaborando apertamente e in modo costruttivo, si possono ridurre al minimo i conflitti e favorire una risoluzione rapida ed efficace della situazione.

Infine, è sempre consigliabile consultare un professionista legale specializzato in questioni di pignoramento immobiliare per assicurarsi di seguire correttamente tutte le procedure legali e proteggere i propri interessi nel migliore dei modi.

Gli errori da evitare quando si effettua il pignoramento

Evitare errori durante il processo di pignoramento di un immobile affittato è fondamentale per garantire una procedura corretta e senza intoppi.

Assicurati sempre di seguire scrupolosamente le leggi e i regolamenti in vigore, consultando esperti del settore se necessario. Ricorda che ogni passo deve essere attentamente pianificato per evitare possibili complicazioni future.

Con la giusta preparazione e consulenza professionale, puoi affrontare con successo il pignoramento di un immobile affittato, tutelando al contempo i tuoi interessi legali e finanziari.

Contratto di locazione stipulato prima del pignoramento

Per non commettere errore dobbiamo distinguere tre ipotesi (che tratteremo in altri contenuti).

Il primo caso (che tratteremo in questo contenuto) è quello del contratto di locazione stipulato prima del pignoramento.

Se il debitore ha affittato l’immobile ad altre persone, prima di notificare il pignoramento devi verificare:

  • quando è stato stipulato il contratto di locazione;
  • se il contratto di locazione è stato trascritto nei registri immobiliari.

La trascrizione nei pubblici registri infatti serve per consentire a tutte le persone di conoscere a chi appartengono gli immobili e di verificare la presenza o meno di vincoli (come ad esempio l’ipoteca).

Se il contratto di locazione dell’immobile pignorato viene trascritto prima del pignoramento l’esecuzione non avrà efficacia (lo stabilisce l’articolo 2923 del codice civile).

Questo significa che se la casa viene venduta all’asta l’inquilino non dovrà andarsene e l’aggiudicazione non avrà nessun effetto.


Hai bisogno di un chiarimento?

Freccia


© riproduzione riservata

Teresa Rossi

Avvocato • Credit Advisor • Founder di Recupero Legale

Consulenze legali per il business | Credit Management • Immobiliare • Due Diligence

Seguimi su LinkedIn

Iscriviti al nostro Canale YouTube

La base giuridica del trattamento dei dati

Hai mai sentito parlare della base giuridica del trattamento dei dati?

Si tratta di un argomento trattato dal Regolamento Europeo sulla protezione dei dati personali.

Devi sapere che il prossimo 19 maggio 2019 scadrà il periodo di tolleranza applicato dal Garante della Privacy per l’erogazione di sanzioni amministrative.

Ci sono ancora moltissime aziende e siti web che non rispettano le norme contenute nel GDPR.

E’ necessario acquisire il consenso al trattamento dei dati in forza di un fondamento giuridico.

In effetti il diritto della privacy è un tema piuttosto astratto che non sempre viene compreso in modo immediato.

In questo video ti spiego cosa si intende per base giuridica.

#recuperolegale #privacy #gdpr


Hai bisogno di un chiarimento?

frecce rosse

RICHIEDI UNA CONSULENZA


© riproduzione riservata

Tino Crisafulli ➜ avvocato e Founder di RecuperoLegale.it

Consulenze per il tuo business • Recupero crediti • Contratti • GDPR

Contattami su Linkedin

Intervento immobiliare: avviso di vendita

Nelle puntate precedenti ti ho spiegato quali documenti conservare prima di intervenire in un’esecuzione immobiliare.

Oggi voglio parlarti di un documento molto importante da consultare: sto parlando dell’avviso di vendita.

Grazie all’avviso di vendita potrai acquisire delle informazioni molto preziose per stabilire se è conveniente intervenire nel processo.

Lo sapevi che dentro l’avviso di vendita puoi trovare il…

Guarda il video per scoprirne di più

#recuperolegale #esecuzioniimmobiliari


Hai bisogno di un chiarimento?

freccia rossa

RICHIEDI UNA CONSULENZA


© riproduzione riservata

Teresa Rossi ➜ avvocato e Founder di RecuperoLegale.it

Recupero crediti • Immobiliare • Credit Management • Due Diligence

Contattami su Linkedin

Recuperare un credito con il giudizio di cognizione

Lo strumento giudiziale più adatto per recuperare il tuo credito è il decreto ingiuntivo.

Ma non tutti gli imprenditori sono a conoscenza che il decreto ingiuntivo non è l’unico rimedio da utilizzare.

Se non possiedi i documenti giusti per ottenere un decreto ingiuntivo, puoi promuovere un giudizio di cognizione ordinario.

Quali documenti ti conviene conservare?

Te lo spiego in questa puntata di #creditvlog.


Hai bisogno di un chiarimento?

frecce rosse

RICHIEDI UNA CONSULENZA


© riproduzione riservata

Tino Crisafulli ➜ avvocato e Founder di RecuperoLegale.it

Consulenze per il tuo business • Recupero crediti • Contratti • GDPR

Contattami su Linkedin

Intervento quali documenti consultare

Fin troppe volte ho visto creditori intervenire in un processo immobiliare senza aver prima esaminato la vicenda processuale.

Cosa succede se il bene messo in vendita non è abbastanza “capiente” per soddisfare il tuo credito?

Ti sarai costituito inutilmente, sostenendo dei costi che potevi evitare.

Prima di intervenire in un’esecuzione immobiliare è necessario analizzare i documenti presenti nel fascicolo.

In questa seconda puntata ti spiego su cosa concentrarti.


Hai bisogno di un chiarimento?

freccia rossa

RICHIEDI UNA CONSULENZA


© riproduzione riservata

Teresa Rossi ➜ avvocato e Founder di RecuperoLegale.it

Recupero crediti • Immobiliare • Credit Management • Due Diligence

Contattami su Linkedin

Le premesse nel contratto

Quante volte hai inserito le “premesse” nel tuo contratto?

Le premesse sono quelle frasi dentro il contratto che descrivono la situazione che precede la firma dell’accordo.

Molti imprenditori sottovalutano l’importanza di questa parte.

Non si tratta di un elemento banale: in molti inseriscono nelle premesse delle semplici parole di circostanza, senza comprendere a fondo la vera finalità di questa sezione contrattuale.

Ho approfondito il tema nel video di oggi.

Lo sapevi che le premesse servono per…


Hai bisogno di un chiarimento?

frecce rosse

RICHIEDI UNA CONSULENZA


© riproduzione riservata

Tino Crisafulli ➜ avvocato e Founder di RecuperoLegale.it

Consulenze per il tuo business • Recupero crediti • Contratti • GDPR

Contattami su Linkedin

Come e quando intervenire in un’esecuzione immobiliare

Hai mai sentito parlare dell’intervento immobiliare?

Si tratta di uno strumento che puoi sfruttare per recuperare il tuo credito all’interno di un processo esecutivo.

Non è sempre conveniente intervenire in un pignoramento immobiliare: ci sono parecchi argomenti da esaminare prima di compiere questo passo.

In questo video inizio una serie di 3 puntate in cui ti spiego tutto sull’intervento immobiliare.


Hai bisogno di un chiarimento?

freccia rossa

RICHIEDI UNA CONSULENZA


© riproduzione riservata

Teresa Rossi ➜ avvocato e Founder di RecuperoLegale.it

Recupero crediti • Immobiliare • Credit Management • Due Diligence

Contattami su Linkedin

Come incassare 55 mila euro in un colpo solo

Oggi voglio parlarti di uno strumento molto efficace che ci ha permesso di incassare 55 mila euro in un solo colpo.

Un nostro cliente, che opera nel settore industriale, aveva un problema di recupero crediti nei confronti di un’altra società.

Grazie alla nostra strategia siamo stati in grado di recuperare una somma molto alta. Per riuscirci abbiamo…

Guarda il video per scoprirlo…


Hai bisogno di un chiarimento?

frecce rosse

RICHIEDI UNA CONSULENZA


© riproduzione riservata

Tino Crisafulli ➜ avvocato e Founder di RecuperoLegale.it

Consulenze per il tuo business • Recupero crediti • Contratti • GDPR

Contattami su Linkedin